Santa Maria della Marca

Castelfiorentino, diocesi di Volterra

26 Novembre 2017 - CRISTO RE NEI PANNI DEL BISOGNOSO 

 

Dal Vangelo secondo Matteo

    (Mt 25,31-46)    

 

Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna".

 

Cristo Re nei panni del bisognoso

 

La festa di Cristo Re dell'Universo conclude l'anno liturgico. Ciò significa che nel giro di un anno la chiesa ha celebrato gli aspetti importanti della vita di Gesù nostro Salvatore. Ora la Chiesa proclama solennemente che Cristo è il Re dell'Universo! E più che una affermazione, la festa odierna è un augurio, quello di lasciare che Gesù eserciti la sua regalità sulla nostra vita. Ma cos'è questa regalità di Cristo?

Nel libro del profeta Ezechiele Dio si presenta come un pastore pieno di sollecitudine, con la conoscenza e la cura generale e individuale delle sue pecore. Come dice il salmo 22, ogni pecora può dire: " Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla". Qui la regalità ha l'aspetto del servizio premuroso e dell'amore per tutti e per ciascuno. Gesù l'ha vissuto fino in fondo accettando di sacrificarsi sulla croce pur di salvare l'umanità dal peccato. Difatti è il peccato a seminare il disordine e la morte. La regalità di Cristo si fa presente nella sua obbedienza al Padre, il suo servizio a tutti, il suo sacrificio, e la sua grande vittoria sulla morte: la risurrezione. San Paolo dice ai Corinzi: "Come infatti in Adamo tutti muoiono, cosi in Cristo tutti riceveranno la vita". Con il vangelo di Matteo, Cristo Re incontra i suoi in modo molto solenne. "Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria, tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria". La sua regalità si presenta sotto forma di giudizio.

Tanti si immaginano che c'è un registro dove sono scritti le buone opere e i peccati. Come mai nessun accenno è fatto sulle ore di preghiera, le messe, le confessioni, i pellegrinaggi, le processioni, tutte le varie devozioni, etc… .La verifica porta sul profondamente umano, perché Gesù non regna sui soli cristiani, ma su tutto l'universo. Cristo Re premia i piccoli gesti in favore dei bisognosi: nutrire chi ha fame, dare da bere a chi ha sette, la visita a un ammalato o un carcerato, accogliere uno straniero, vestire chi è nudo. Egli stesso si immedesima in coloro che sono vulnerabili e bisognosi delle cose così elementari. Ciò significa che non si può accedere al regno di Dio con tutti i suoi benefici chiudendo il proprio cuore e la propria mano al bisognoso. Grande è la sorpresa dell'autocondanna da parte di chi non ha fatto niente al Re, perché il Re si presenta nei panni del bisognoso. Quindi il peccato di omissione sarebbe così grave? Certo...e tanti non lo sanno!

Cammino di Avvento

Anche quest'anno don Maurizio ci propone un cammino in preparazione al Natale. Gli incontri prenderanno in esame opere d'arte e l'esortazione apostolica Evangelii Gaudium di papa Francesco. Gli incontri si terranno il lunedì alle ore 21:15 nel salone parrocchiale.

 

 

 

Agenda Settimanale

26 - Domenica - CRISTO RE DELL'UNIVERSO - S. Corrado vescovo - II

Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla - Ez 34,11-12.15-17; Sal 22; 1Cor 15,20-26.28; Mt 25,31-46

9:00 Santa Messa – def.: Coletta Luigi

11:15 Santa Messa – def.: Telleschi, Caponi, Volpi e Morelli

17:00 Santa Messa – def.: Guido, Ida, Mauro, Sergio e Iolanda

27 - Lunedì - 34.a Tempo Ordinario - S. Massimo, S. Virgilio - II

A te la lode e la gloria nei secoli - Dn 1,1-6.8-20; Cant. Dn 3,52-56; Lc 21,1-4

7:00 Santa Messa – def.: Matteoli Emma e Montagnani Settima

12:00 Mensa Caritas

17:00 Santa Messa – def.: Cresti Luigi

21:15 "Il tempo è superiore allo spazio" incontro guidato da don Maurizio – salone parrocchiale

28 - Martedì - 34.a Tempo Ordinario - S. Giacomo della Marca - II

A lui la lode e la gloria nei secoli - Dn 2,31-45; Cant. Dn 3,57-61; Lc 21,5-11

7:00 Santa Messa – def.:

12:00 Mensa Caritas

17:00 Santa Messa – def.: Idelia Pertici

29 - Mercoledì - 34.a Tempo Ordinario - S. Saturnino martire - II

A lui la lode e la gloria nei secoli - Dn 5,1-6.13-14.16-17.23-28; Cant. Dn 3,62-67; Lc 21,12-19

7:00 Santa Messa – def.:

12:00 Mensa Caritas

17:00 Santa Messa – def.: Mara, Giuseppa e Lionello

21:15 Servizi e ministeri nella celebrazione Eucaristica – incontro guidato da don Tommi Fedeli

30 - Giovedì - 34.a Tempo Ordinario - S. ANDREA (f) - P

Per tutta la terra si diffonde il loro annuncio - Rm 10,9-18; Sal 18; Mt 4,18-22

7:00 Santa Messa – def.:

12:00 Mensa Caritas

17:00 Santa Messa – def.: Mariangela

1 - Venerdì - 34.a Tempo Ordinario - S. Ansano, Natalia, Mariano - II

A lui la lode e la gloria nei secoli - Dn 7,2-14; Cant. Dn 3,75-81; Lc 21,29-33

7:00 Santa Messa – def.:

17:00 Santa Messa – def.: Ameli Giuseppe, Cristina, Mario, Albina e Maria

2 - Sabato - 34.a Tempo Ordinario - S. Bibiana, S. Savino, S. Viviana - II

A lui la lode e la gloria nei secoli - Dn 7,15-27; Dn 3,82-87; Lc 21,34-36

8:30 Santa Messa – def.:

15:00 incontro di catechismo gruppo A

17:00 Santa Messa – def.: Montagnani Alberto e Cesarina

3 - Domenica - 1.a Domenica Avvento - S. Francesco Saverio (m) - I

Signore, fa' splendere il tuo volto e noi saremo salvi - Is 63,16b-17.19b; 64,2-7; Sal 79; 1Cor 1,3-9; Mc 13,33-37

9:00 Santa Messa – def.: Lopane Rocco

11:15 Santa Messa – def.: Cioni Giovanni e Margherita

16:30 chiesa del monastero incontro promosso dall'associazione "Sveliamo la Marca"

17:00 Santa Messa – def.: Denisca

 

Pranzo di san Martino

Gli organizzatori del tradizionale pranzo di san Martino comunicano che è stata raccolta la bella cifra di 1000,00 euro che saranno destinati alla Caritas. Grazie a tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita della manifestazione e anche alla parrocchia di Dogana che ha messo a disposizione i propri locali per poter accogliere i partecipanti all'evento.

Posted by don Valentino Saturday, November 25, 2017 10:34:17 AM
Page 250 of 402 << < 70 130 200 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 270 340 400 > >>

Archives